Spiegazione dell’ingannevole valore del denaro fiduciario.

Il doppio meccanismo de “I Falsi Artisti” di Alberto Melari, é quello che viene applicato per dare gli altissimi valori alle banco-note, che invece resterebbero delle semplici opere d’arte, di scarso valore perché prodotte industrialmente in serie. Essendo pero i proprietari del diritto d’autore delle banco-note, anche proprietari dei mezzi di comunicazione e informazione oltre al enorme valore sono anche riusciti a minimizzare e nascondere la criminale trasformazione dei banchieri che da debitori, sono diventati creditori, passando il loro debito al Popolo che prima era il creditore. Popolo che infatti garantisce il valore fiduciario del denaro, perché disposto a cambiarlo in prodotti o servizi. Avendo il controllo del unico denaro, possono di conseguenza condizionare a loro piacimento lereligioni,scuole, universitá, partiti politici, sport, cantanti e ovviamene artisti e l’intero sistema economico … la dittadura é perfetta:”Quando lo schiavo arriva a difendere il padrone,l’opera di formazione dello schiavo purtroppo è completata.”

Eccovi nel dettaglio dal post https://sicusedizioni.blogspot.com/2019/10/i-falsi-artisti-video-questo-post-e.html
e video https://youtu.be/vqKTmafo4_E di Alberto  Melari, Il meccanismo utilizzato.Chi ha potuto portare avanti con successoun’operazione di questo tipo, che ha coinvolto l’identità culturale dell’interooccidente, ha potuto contare su strumenti di condizionamento mentale moltoraffinati, messi appunto, in campo artistico e in campo culturale in generale, alloscopo di influenzare la cultura di intere messe per esercitare potere.
Questi meccanismi vanno a toccare sistemi inconsci cheannullano la capacità di senso critico facendo leva su esigenze fondamentalidell’essere umano.
Adesso spiegherò come funzionano.
Prendiamo uno di questi artisti, Ad esempio MarkRothko. Le sue opere sono delle banali macchie di colore con contorniindefiniti accostate fra loro in numero di poche unità. Qualcosa, non solo lacui semplice esecuzione è alla portata di chiunque, ma anche di valore formaleassolutamente insignificante.
Come si riesce a far credere a intere masse che Rothkoè stato un grande artista? Vediamo quali sono i meccanismi che si attivano alivello psicologico.
Quando il senso critico di un individuo è ancoraintegro, questi comprende da sé che quelle opere non hanno alcun significatoartistico.
Ma quando viene a sapere che numerosissimi criticihanno scritto su questo artista, che quelle opere sono state messe in grandimusei, che le librerie ne riportano eleganti cataloghi cartonati, la suagenuina impressione di avere di fronte un’opera di valore nullo si inibisce e subisceun tracollo senza via di scampo.
Di fronte ad una forma di autorità la grandemaggioranza degli individui è abituata a subordinarsi.
Ma ammettiamo che la razionalità di una persona siacosì forte da riuscire a sottrarsi a questo processo, allora subentra unsecondo meccanismo insidioso. Quello dell’isolamento.
Quando tutti si sono adeguati all’idea che Rothko è ungrande artista da ammirare e conoscere, continuare a pensare che quelle operesiano solo dei pastrocchi di colore senza alcun senso, ti isola totalmente daun contesto sociale. La paura della solitudine, di una sorta di ‘emarginazione’è la forza occulta che ti porterà ad accettare l’idea che quei pastrocchi dicolore siano invece opere monumentali.
Questo tipo di meccanismo viene descritto bene da Andersennella celebre favola dell’imperatore che riceve in dono un vestito magico. Diquesto vestito viene dette che può essere visto solo dalle personeintelligenti. Il vestito in realtà non esiste, ma tutti fingeranno di vederloper paura di passare da stupidi.
Naturalmente il tutto avviene a livello inconscio,senza che ce ne accorgiamo. E si viene indotti così verso un compromessointeriore. Quello di accettare l’idea di dare un alto riconoscimento ad operedi bassissimo livello in cambio della propria permanenza all’interno di uncontesto sociale, giustificando se stessi che in fondo si tratta solo di arte,cioè di qualcosa che nella pratica non è assolutamente determinante, e nellavita di tutti i giorni non comporterà obblighi di nessun tipo.
Cioè, veniamo indotti a svendere il nostro senso delgusto in cambio della nostra accettazione da parte della società.

Ch’ulellll

TODO puede ser Dinero.

Dinero, no es solamente la MONEDA de los bancos, sino TODO puede ser Dinero. Dinero es CUALQUIER COSA que es aceptada como: – común unidad de valor, suprime la dificultad de acordar valor entre distintas mercancías – medio de intercambio, … Continue reading